Classe delle lauree in Scienze e Tecnologie Agrarie, Agroalimentari e Forestali
Info: facagr@unipr.it      0521/905965
 Corsi di insegnamento: Consumer Science Logout
 

Consumer Science

Docente Prof. Marco Luzzini (Titolare del corso)
Anno 2░ anno
Corso di studi Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari
Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche
Tipologia A scelta dello studente
Crediti/Valenza 3
SSD AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione Tradizionale
Lingua Italiano
Frequenza Facoltativa
Valutazione Orale
 

Obiettivi formativi del corso

Obiettivi del corso Perché un prodotto alimentare ha successo? Perché è buono? Perché costa poco? Perché è comodo? perché è bello da vedersi? E se fosse molto buono ma molto caro? Quanto i consumatori conoscono i prodotti che comperano? Queste sono domande banali che gli addetti ai lavori, dal piccolo ristoratore al direttore del marketing di una multinazionale, si pongono tutti i giorni. Il corso indica un metodo per trovare le risposte giuste ed è indirizzato principalmente a professionisti che dovranno utilizzare le scienze del consumatore come strumento, e non come primo fine della propria attività. Ne fornisce perciò una visione d’insieme soffermandosi sulle differenze di applicabilità più che sulle differenze di meccanica d’esecuzione, che è comunque descritta nei tratti essenziali. Le nozioni sono presentate in modo da poter essere utilizzate in pratica, per questo dopo una parte generale, le varie tecniche sono presentate interconnesse con il processo di sviluppo prodotti e della gestione della qualità, sottolineando il legame tra la consumer science e le principali attività di una azienda alimentare. L’attività di aula è affiancata ad esercitazioni pratiche.

 

Programma

 

 

 

Temi trattati

 

I meccanismi profondi che generano il comportamento alimentare

I primi tre moduli introducono i meccanismi fondamentali che hanno portato l’uomo a relazionarsi al cibo, come si siano sviluppati tabù alimentari diversi in culture diverse, come questi meccanismi siano all’opera ancora oggi.

 

Questa parte ha oggi una sempre più grande importanza pratica; con il mescolarsi delle genti sono ormai milioni anche in Italia i consumatori che rifiutano il maiale, o che non mangiano bovini, o che provano un profondo schifo per il latte e tutti i suoi derivati.

Capire modelli alimentari così diversi  è indispensabile per capire la realtà dei consumatori che ci circondano.

 

La misura dei comportamenti alimentari

Il cuore del corso tratta le attuali tecniche utilizzate nelle ricerche di mercato, indicandone le principali caratteristiche, i pro i contro e chiarendo in quali situazioni ogni tecnica è adatta; le ore di aula sono affiancate ad esercitazioni pratiche in cui gli studenti organizzano, eseguono ed interpretano test sui consumatori

 

Programma del corso

 

Le radici culturali degli atteggiamenti alimentari

La vacca sacra

Il maiale proibito

Gli insetti: teoria del foraggiamento

Il caso di Rapa Nui

Il caos odierno

       L’evoluzione degli stili alimentari

         La perdita di controllo sociale sugli stili alimentari

         Il rischio percepito e l’ansia alimentare

Elementi di lettura dei mercati

       L’analisi del mercato come meta-analisi dei comportamenti del consumatore

         Le quote di mercato

La distribuzione ponderata

Il price index

L’intensità promozionale

L’intensità di comunicazione

L’ analisi del consumatore e l’industria alimentare

Il processo di sviluppo prodotti ed il cliente

La gestione della qualità ed il cliente

La ricerca secondaria

Quando utilizzare a ricerca secondaria

Procedure

Esempi

Pregi e difetti

Tecniche qualitative: customer visits

Quando utilizzare le customer  visitis

Procedure

Esempi

Pregi e difetti

Tecniche qualitative: Focus group

Quando utilizzare  i focus group

Procedure

Esempi

Pregi e difetti

Il campionamento

Tipi di campionamento

Distribuzione gaussiana

Affidabilità delle stime

 

Tecniche quantitative. Concept tests e Conjoint analysis

       Il concetto di proodotto

Procedure

Esempi

Pregi e difetti

Tecniche quantitative:i questionari

Quando utilizzare  i questionari

procedure

esempi

Pregi e difetti

Esercitazione pratica: progettazione ed esecuzione di un questionario sulla comprensione delle etichette. Caso delle chips di patate e dei prodotti funzionali per la riduzione del colesterolo.

 

 

Tecniche quantitative: product tests

Quando utilizzare  i test di prodotto

Procedure

Esempi

Pregi e difetti

Esercitazione pratica: progettazione ed esecuzione di un test di prodotto: le lasagne pronte

 

Registrazione Green Attiva
 

Materiale didattico

Test online

Vai a Moodle

Visita i forum

Registrati al corso

Studenti registrati

Ultimo aggiornamento: 20/01/2014 17:00
HOMEDuplica il recordPrimoPrecedenteSuccessivoUltimoPS